Tea confession

Quando l’avarizia si accomoda a tavola…

Quando l’avarizia si accomoda a tavola…

Vorrei raccontarvi una storia, vera, che probabilmente vi stupirà.
Qualche tempo fa una coppia di amici ci invitò per un fine settimana nella loro casina in montagna. Avremmo dovuto avere qualche sospetto quando i nostri ospiti fecero di tutto per convincerci a fare il viaggio tutti insieme e stretti come acciughe, con la loro piccolissima macchina. Dopo un po’ il motivo fu chiaro: in questo modo avremmo ripartito fra tutti il costo del pedaggio e della benzina… Tutto l’itinerario fu percorso alla velocità di un Freccia Rossa, con un unico obbiettivo: arrivare a destinazione prima della chiusura del supermercato, evitando così di dover andare a cena fuori. Purtroppo tutti gli sforzi furono vani e arrivammo troppo tardi, stanchi e anche un po’ sbatacchiati.
Al ristorante gli amici ordinarono un unico tagliere di antipasto, che si divisero tra di loro. Arrivò il momento di chiedere il conto. Per noi era ovvio invitarli, eravamo contenti, avevamo un bel ponte davanti a noi e volevamo ringraziarli per la loro ospitalità. Quando abbiamo detto “…Facciamo noi”, gli amici hanno scosso la testa e il dito, in perfetta sincronia, e hanno replicato: “Assolutamente no! Siete nostri ospiti. Si divide a metà.”

Lascio a voi ogni commento.
Ma quale è la morale di questa favola vera?
Che quando siamo confrontati all’avarizia di fronte al cibo, cibo che è sinonimo di condivisione, generosità e convivialità, dovremmo, subito, scappare a gambe levate…

Anche questo è FiloCiboSofia Slow Life
* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *
FiloCiboSofia Slow Life?
Un nuovo modo di cambiare profondamente e con dolcezza il comportamento delle persone a tavola

Scrivi un commento