L’altro giorno…

L’altro giorno al ristorante mi sono stupita nel vedere che le persone che via via arrivavano facessero tutte la medesima cosa: sedersi e depositare il cellulare sul tavolo, come un revolver sul banco di un bar del Far West. Poi, dopo essersi scambiati qualche “banalità” (non credo molto di più), ognuno riprendeva in mano il cellulare, per tuffarsi nello schermo: madre, padre, figli, mogli, mariti, parenti, amici, fidanzati, tutti insieme, “vicini-vicini”…
Si, secondo me il cellulare è una pistola perché ha ucciso lo sguardo, profondo, che possiamo avere gli uni verso gli altri. Conosciamo veramente il colore degli occhi di chi abbiamo di fronte? E quando è stata l’ultima volta che abbiamo guardato negli occhi le persone che ci sono care?

Anche questo è FiloCIBOsofia Slow Life.

Scrivi un commento